Intervista con Felice Di Meo, patrono del Latin Fiexpo!

Latin Fiexpo, Kizomba, Latino Americano

In un caldo sabato pomeriggio incontriamo Felice Di Meo, ideatore, regista e patrono del Latin Fiexpo di Malpensafiere. Passeggiando tra gli stand in allestimento, Felice ha accettato di raccontarci la storia, i retroscena e le novità di questa quarta edizione del Latin Fiexpo!

Latin Fiexpo, Kizomba, Latino Americano
Felice Di Meo (a sinistra), Patrono del Latin Fiexpo Malpensa Fiere

D: Felice, il Latin Fiexpo è ormai giunto alla quarta edizione. Come è nata l’idea di questo evento?

R: (Sorride…) E’ nata in questo modo: io ho fatto parte per sedici anni del festival “Latino Americando” di Milano, come standista e consulente di  “Pepe” Juan Josè Fabiani. Dopo la tragica scomparsa di Fabiani ho preferito creare un progetto differente che desse maggior risalto alle realtà di ballo italiane, pur nel rispetto della tradizione caraibica, che seguo comunque professionalmente da moltissimi anni.
Persino il nome Latin Fiexpo nasconde una storia. Inizialmente avrebbe dovuto chiamarsi Latin Fiesta, ma “Fiesta” era già utilizzato dall’omonimo festival di Roma. Come chiamarlo quindi? Era l’anno dell’Expo…Latin Expo? Latin Fiera? Era necessario che nel nome comparisse il “Latino” e il nome della fiera. Allora abbiamo “fuso” i nomi ed è venuto fuori “Latin Fiexpo”. Da allora con enorme passione porto avanti questo evento, anche se oggi mi assorbe ancora più delle scorse edizioni, perché i regolamenti e la burocrazia si complicano di continuo. La musica è sempre bella, ma comporta anche problemi da risolvere (rispetto dei volumi sonori, diritti d’autore, corrente, etc). Negli ultimi giorni non mi muovo da Malpensafiere!

Latin Fiexpo, Kizomba, Latino Americano
Il Latin Fiexpo, intervista con Felice di Meo (a sinistra).

D: Come mai proprio a Busto Arsizio a Malpensafiere?

R: In realtà il primo posto a cui ho pensato è stato lo spazio espositivo di Novegro, anzi, con l’organizzazione di Novegro le trattative erano ormai quasi completate. Poi un amico mi ha chiamato e mi ha detto che c’era uno spazio molto carino a Busto Arsizio, che era poco utilizzato in  inverno e completamente abbandonato in estate, insomma quasi una cattedrale nel deserto. Mosso dalla curiosità sono andato a parlare con Rudy Collini della Promovarese, con il quale non solo c’è stata subito grande intesa, ma che ha creduto fin dall’inizio in questo progetto, coinvolgendo questo ente di promozione. Anche il Comune di Busto Arsizio ha da subito appoggiato l’idea. E’ così, dopo aver riunito Camera di Commercio, Comune e Promovarese…siamo riusciti a far partire il progetto.

D: Le scorse edizioni hanno avuto un riscontro di pubblico a dir poco enorme. Quanta gente ti aspetti quest’anno?

R: E’ difficile da prevedere. Siamo andati sempre in crescita e l’anno scorso abbiamo ricevuto circa 230.000 persone. Quest’anno, grazie anche all’aumento dei parcheggi disponibili, mi aspetto e mi auguro un afflusso ancora maggiore, anche se molto dipenderà dal meteo. In ogni caso il Latin Fiexpo è perfettamente attrezzato per garantire la fruibilità di piste e stand anche in caso di mal tempo. E inoltre quest’anno procediamo con molta più frequenza, nel rispetto dei termini di legge, alla disinfestazione per le zanzare.

D: Quali sono le novità di questa edizione 2018 del Latin Fiexpo?

R: La novità più grande di quest’anno è la rinnovata pista di Kizomba, pensata per venire incontro a tutti gli amanti di questo ballo.
La nuova pista sarà posizionata a fianco del tendone “Sensual”. Misura 10 metri per 10 metri (quindi ben più grande della pista dell’anno scorso), è coperta (e non più scoperta come nella precedente edizione) ed è proprio ora in fase di allestimento. Non sarà rialzata come quella dell’anno scorso ed avrà una copertura in Carply liscio che è perfetta per questo tipo di danza. Sarà decorata in tema afro-caraibico, con delle scenografie particolari. Abbiamo davvero avuto un occhio di riguardo per la Kizomba.

Latin Fiexpo, Kizomba
La nuova pista di Kizomba del Latin Fiexpo, in allestimento

D: Infatti la Kizomba sta crescendo tantissimo in questi ultimi tempi e l’attenzione che avete dedicato alla nuova pista ne è la conferma. Quali DJ avete chiamato per la Kizomba? E quali scuole di ballo si occuperanno dell’animazione della pista di Kizomba?

R: Sì, la Kizomba sta prendendo molto piede ed è un valore aggiunto, anche perché porta sicuramente bella gente. Ci saranno diversi DJ ad alternarsi nella varie serate. Con alcuni sono ancora in corso trattative. Posso dirti che come DJ ci saranno sicuramente DJ Ghost (Edo), DJ Bi-One e DJ Guly (Umberto Gulinelli). Tra i gruppi di animazione ci saranno Edo & Denise, Latin Quarter Kizomba Team di Oreste Amati, Oscar Amore, Kiz Power di Fabrizio Campanella, Imperial Dance di Rudy e Chiara.

D: La presenza del Latin Fiexpo è un po’ l’incubo dei locali estivi di ballo, che si trovano davanti un concorrente quasi imbattibile. Correggimi se sbaglio: credo che la vera forza del Latin Fiexpo sia il fatto che aiuta anche altre realtà a crescere (scuole di ballo, locali, artigiani etc). Mi sembra una soluzione in cui vincono tutti, no?

R: Sì! La forza del Latin Fiexpo è proprio questa, che è l’unione di tanti locali. Qua dentro ci sono la bellezza di 8 locali da ballo tutti insieme. Per questo è vincente. Per non parlare delle maggiori scuole di ballo della zona, che sono quasi tutte presenti al Latin Fiexpo. Per loro c’è la possibilità di avere moltissima visibilità e di pubblicizzarsi. E poi quest’anno avremo moltissimi gruppi di animazione tra cui (tanto per citarne alcuni): LQ Kizomba Team, Party Latino, B.L.S., Fuego Latino, etc.

D: Sei molto preso dai preparativi. Noi giovedì 14 giugno arriveremo e troveremo la festa pronta, ma quanto tempo occorre per mettere in moto il Latin Fiexpo ed allestirlo?

R: Occorrono 16 giorni inclusi i sabati le domeniche. Siamo molto veloci perché la struttura fondamentale a norma con le regole antincendio etc. è già pronta. Dell’allestimento si occupa ormai da anni una grossa società esterna. I singoli standisti si occupano dell’allestimento dei propri stand, a loro piacimento.

D: Un artista o un imprenditore vogliono sempre guardare la propria creazione che evolve. Tu sarai fisicamente presente come regista nelle serate del Latin Fiexpo?

R: Sempre, come regista e non solo come regista! Parteciperò infatti attivamente, perché quest’anno mi occuperò direttamente del Ristorante Argentino e di alcune aree bar.

D: Anche il migliore regista, però, non ce la può fare da solo. Chi vorresti ringraziare?

R: Beh, sicuramente la mia socia Alessandra Azzolari, che come me è stata per tanti anni nel mondo dei festival latino americani e che, giusto per farti capire, qui ad esempio si fa carico del salsodromo.

D: Quali orari seguirà il Latin Fiexpo?

R: Il Latin Fiexpo apre alle ore 19.30 e chiude alle 2.30. Il martedì, venerdì e sabato invece chiude alle 3.00. Il lunedì siamo chiusi.

R: Cosa vuoi dire ai lettori di www.ascuoladiballo.it

R: Cari lettori, sono anch’io un ballerino. Vi abbiamo preparato una bellissima festa che spero vada  incontro ai gusti di tutti, anche se non è per niente facile. Magari non sarà tutto perfetto, ma abbiamo fatto davvero del nostro meglio per accontentare più gente possibile. Vi invito a venire,  anche solo a bere qualcosa, perché ad un prezzo molto conveniente passerete una serata bellissima, diversa dal solito e che vi porterà davvero, per quella sera, nell’atmosfera latino americana. Ci siamo letteralmente fatti in quattro per portarvi un pezzo di Caraibi qui!

Un ringraziamento a Felice Di Meo per la disponibilità. Condividete e continuate a seguirci per restare aggiornati sul Latin Fiexpo!

Latin Fiexpo, Kizomba, Latino Americano

2 Risposte a “Intervista con Felice Di Meo, patrono del Latin Fiexpo!”

  1. Simona Chiappin dice: Rispondi

    Sn felicissima lo scorso anno era un appuntamento quasi quotidiano da amante della kizomba vi dico GRAZIE! ❤️

    1. Quest’anno la Kizomba sarà una grande protagonista dell’evento!

Lascia un commento